Mulieres (Purgatorio, Canto VIII)

Matera, da noi scelta come simbolo del sacro monte del Purgatorio, per la sua conformazione collinare e sassosa, e per la sua rinascita da “vergogna d’Italia” a candidata a capitale europea della cultura 2019, titolo che poi vince, clamorosamente, alla fine dell’anno. Dei molti canti dedicati a questa meraviglia del nostro paese, emblema del riscatto del sud, questo è un rito segreto, tutto femminile: la vestizione della Madre e del Bambino per mano delle “pie donne”, prima del 2 luglio, festa della Madonna della Bruna. I maschi sono esclusi perché non devono vedere con occhi impuri la Vergine ignuda. Per la nostra troupe, dunque, un grande privilegio.

Lamberto Lambertini

Interrotti, dopo quattro anni, gli studi di Medicina, studia e lavora da pittore e grafico a Parigi. Torna a Napoli. Mostre personali in tutta italia. Originali radiofonici per la Rai: Proust, Sade, Casanova, Diabolik. Dodici anni di teatro e televisione, come autore e regista, con Peppe e Concetta Barra. Due film. Il primo a Calcutta, VRINDAVAN, con Enzo De Caro, il secondo a Napoli, FUOCO SU DI ME, con Omar Sharif. Un libro sul Principe di Sansevero. Uno su Concetta Barra. Con la Società Dante Alighieri, sta completando un progetto cinematografico sulla Divina Commedia, IN VIAGGIO CON DANTE, cento brevi film, uno per ogni canto, ognuno in un luogo diverso d’Italia. Le prime due cantiche sono terminate: MARATONA INFERNALE e MONTAGNA INFINITA. Il Paradiso, SENZA PRINCIPIO, SENZA FINE, è appena cominciato. L’ultima mostra è DANTE 100%, cento quadri per cento canti.