VI Canto - Nebbia (Comacchio)

QUASI UN DIARIO DI VIAGGIO
di Lamberto Lambertini

Certo non c'è più la bella nebbia di una volta. Né le anguille corrono numerose dai Sargassi. Ma quando i dodici forni giganteschi, accesi per noi, infuocano gli spiedi sentiamo odore d'inferno e il profumo dei sapori dimenticati. Rugosi Caronti solcano i rami del Po, affollati di gabbiani e fenicotteri.

Valli di Comacchio

Racchiuse tra il Po, il Reno e l'Adriatico, le Valli di Comacchio sono una zona umida importantissima dal punto di vista ecologico, ma anche un caratteristico esempio di integrazione tra ambiente naturale e attività umana. Da tempo immemorabile, infatti, qui si praticano la pesca e l'allevamento estensivo di numerose specie ittiche pregiate. In particolare l'anguilla, pesce serpentiforme che si riproduce nel Mar dei Sargassi ma compie il ciclo vitale (7-10 anni) nelle acque interne, era importante per l'economia locale.

Lamberto Lambertini

Interrotti, dopo quattro anni, gli studi di Medicina, studia e lavora da pittore e grafico a Parigi. Torna a Napoli. Mostre personali in tutta italia. Originali radiofonici per la Rai: Proust, Sade, Casanova, Diabolik. Dodici anni di teatro e televisione, come autore e regista, con Peppe e Concetta Barra. Due film. Il primo a Calcutta, VRINDAVAN, con Enzo De Caro, il secondo a Napoli, FUOCO SU DI ME, con Omar Sharif. Un libro sul Principe di Sansevero. Uno su Concetta Barra. Con la Società Dante Alighieri, sta completando un progetto cinematografico sulla Divina Commedia, IN VIAGGIO CON DANTE, cento brevi film, uno per ogni canto, ognuno in un luogo diverso d’Italia. Le prime due cantiche sono terminate: MARATONA INFERNALE e MONTAGNA INFINITA. Il Paradiso, SENZA PRINCIPIO, SENZA FINE, è appena cominciato. L’ultima mostra è DANTE 100%, cento quadri per cento canti.