V Canto - Bronzo (Agnone)

QUASI UN DIARIO DI VIAGGIO
di Lamberto Lambertini

La famiglia Marinelli ancora fonde campane, che manda a tuonare in ogni angolo del mondo. Compiendo, da mille anni, il rito del fuoco, del sotterramento, e della nascita con gli stessi gesti, con gli stessi attrezzi. Magari una sola fusione al mese, invece delle dieci di una volta. Una giovane donna francese modella la cera in figure religiose, mentre un uomo robusto scalpella gigantesche campane. Sono Paolo e Francesca. Le lacrime commosse dei titolari, dopo la proiezione del canto a casa loro, benedicono la nostra intuizione.

Fonderia Marinelli

Ad Agnone, piccolo centro montano in provincia di Isernia, si trova la Pontificia Fonderia Marinelli.
La Fonderia è sopravvissuta alle dinastie dei laboriosi campanari di Agnone e dall'anno mille si tramanda di padre in figlio la meravigliosa tradizione dell'arte della fusione delle campane. Le prime campane ufficiali fuse dalla fonderia Marinelli risalgono al 1339, per opera del direttore Nicodemo Marinelli, detto "Campanarus".

Lamberto Lambertini

Interrotti, dopo quattro anni, gli studi di Medicina, studia e lavora da pittore e grafico a Parigi. Torna a Napoli. Mostre personali in tutta italia. Originali radiofonici per la Rai: Proust, Sade, Casanova, Diabolik. Dodici anni di teatro e televisione, come autore e regista, con Peppe e Concetta Barra. Due film. Il primo a Calcutta, VRINDAVAN, con Enzo De Caro, il secondo a Napoli, FUOCO SU DI ME, con Omar Sharif. Un libro sul Principe di Sansevero. Uno su Concetta Barra. Con la Società Dante Alighieri, sta completando un progetto cinematografico sulla Divina Commedia, IN VIAGGIO CON DANTE, cento brevi film, uno per ogni canto, ognuno in un luogo diverso d’Italia. Le prime due cantiche sono terminate: MARATONA INFERNALE e MONTAGNA INFINITA. Il Paradiso, SENZA PRINCIPIO, SENZA FINE, è appena cominciato. L’ultima mostra è DANTE 100%, cento quadri per cento canti.