III Canto - Ferro (San Pietro Infine)

QUASI UN DIARIO DI VIAGGIO
di Lamberto Lambertini

Un paese distrutto e mai restaurato, vittima del bombardamento di Cassino. Ecco la porta dell'Inferno. Set di John Ford durante la guerra, e poi di Monicelli con Gassmann e Sordi. Noi ci capitammo, ancora un caso, per una mostra a cielo aperto delle sculture di Elio Mazzella. Assemblaggi ferrosi di recuperi bellici, tra le rovine e gli ulivi secolari. Violenti totem di pace.

San Pietro Infine

E' un piccolo paese posto al margine nord del Casertano. Tale posizione nel territorio, era nel 1943 di principale importanza perché attraverso San Pietro e seguendo la Strada Statale 6 Casilina, si poteva accedere a tre importanti aree dell'Italia centrale: la valle del Liri, la piana di Venafro e pianura Campana. Nei periodo 8 - 16 dicembre 1943, San Pietro Infine fu sottoposto ad un incessante bombardamento d'artiglieria, al punto da esserne pressoché distrutto totalmente.

Lamberto Lambertini

Interrotti, dopo quattro anni, gli studi di Medicina, studia e lavora da pittore e grafico a Parigi. Torna a Napoli. Mostre personali in tutta italia. Originali radiofonici per la Rai: Proust, Sade, Casanova, Diabolik. Dodici anni di teatro e televisione, come autore e regista, con Peppe e Concetta Barra. Due film. Il primo a Calcutta, VRINDAVAN, con Enzo De Caro, il secondo a Napoli, FUOCO SU DI ME, con Omar Sharif. Un libro sul Principe di Sansevero. Uno su Concetta Barra. Con la Società Dante Alighieri, sta completando un progetto cinematografico sulla Divina Commedia, IN VIAGGIO CON DANTE, cento brevi film, uno per ogni canto, ognuno in un luogo diverso d’Italia. Le prime due cantiche sono terminate: MARATONA INFERNALE e MONTAGNA INFINITA. Il Paradiso, SENZA PRINCIPIO, SENZA FINE, è appena cominciato. L’ultima mostra è DANTE 100%, cento quadri per cento canti.