Baldan, Paolo. Ritorni su Dante.

baldanEditore: Moretti e Vitali
Anno: 1991

Questi “ritorni su Dante” intendono in primo luogo dichiarare la consape­volezza che un impulso innovativo può sempre pervadere e illuminare anche sce­nari consueti investendo di inedite prospettive personaggi e momenti della Com­media tra i più indagati in assoluto. La scommessa insita nei saggi qui raccolti consiste — è l’elemento unificante — nell’assegnare all’ennesimo ruminìo su celeberrimi rovelli danteschi, un diverso valore, riformulando in modo nuovo vec­chie domande e proponendo, quando occorra, intentate soluzioni. Se da una parte ciò può sconfinare nella presunzione, data l’alta posta in gioco, dall’altra si ha piena e vigile coscienza del severo lavoro di umili acquisizioni cognitive di base necessario allo scopo. Solo questo può conferire a qualche proposta mai prima affacciata, o anche solo qui riabilitata (come nel caso dello pseudo-Celestino), quel minimo di dignità cui non sono tenuti gli avventurosi escamotages miranti al facile effetto.

http://www.morettievitali.it/?libri=ritorni-su-dante

Barolini, Teodolinda. Il secolo di Dante. Viaggio alle origini della cultura letteraria italiana

urlEditore: Bompiani
Anno: 2012

Teodolinda Barolini, italianista di fama internazionale, esplora le fonti della cultura italiana attraverso le figure dei suoi poeti lirici e delle “tre corone” Dante, Petrarca e Boccaccio. Un percorso affascinante che tocca alcuni dei temi centrali della nostra storia letteraria: la poesia d’amore e le sue fonti filosofiche e teologiche, il rapporto tra tradizione classica e visione cristiana, il carattere narrativo della Vita nuova, delle liriche petrarchesche e del Decameron, con un interessante excursus sulla storia editoriale delle Rime di Dante. L’autrice presenta inoltre uno studio originale sulla presenza femminile nella produzione due-trecentesca, che mostra una tradizione meno nota ma di grande interesse artistico. Muovendosi con precisione e chiarezza, Teodolinda Barolini accompagna i lettori al cospetto dei testi e degli autori – Dante, Petrarca, Boccaccio, ma anche Giacomo da Lentini, Guido Cavalcanti e Guittone d’Arezzo – in un’analisi che getta nuova luce sulla cultura italiana del XIII e XIV secolo.

 

http://www.bompiani.eu/libri/il-secolo-di-dante/

Barolini, Teodolinda. La «Commedia» senza Dio. Dante e la creazione di una realtà virtuale

dante senza dioEditore: Feltrinelli
Anno: 2013

L’immagine di un “Dante Theologus” ha spesso posto in ombra il fatto che la teologia di cui si sostanzia la Commedia sia in realtà una fictio letteraria. Il sistema teologico dantesco risponderebbe quindi a una geniale costruzione artistica. Questa è la tesi dell’autrice che, proponendo una lettura deteologizzata della Commedia, mette in luce i meccanismi narrativi, formali ed espressivi che contribuiscono a dare all’opera l’illusione della verità. Teodolinda Barolini, evitando il gioco di specchi della finzione letteraria, esamina le strutture fondamentali della Commedia, scegliendo di illustrare ora alcune tecniche della manipolazione dantesca della narrativa, per creare prospettive dialettiche entro il testo, ora le capacità di coinvolgimento del lettore, ora le modalità di rappresentazione dell’ineffabile. In questa lettura Dante, fabbro, artefice, poeta, è visto come creatore di “realtà virtuali” piuttosto che di armonie fittizie. Un percorso affascinante, rigoroso, sorretto da una solida informazione e da una conoscenza della Commedia sempre fondata sulla concretezza del testo dantesco.

 

http://www.lafeltrinelli.it/libri/teodolinda-barolini/%C2%ABcommedia%C2%BB-senza-dio-dante-e/9788807724015

Bertolucci Pizzorusso, Valeria. Cinque interpretazioni dantesche

cinque interpretazioni 215x300Editore: Pacini Fazzi
Anno: 2015

È ancora possibile insinuarsi nella spessa coltre del secolare commento alle opere di Dante Alighieri per suggerire nuove interpretazioni puntuali e itinerari diversi nella cronologia relativa di esse, tuttora sotto molti aspetti imprecisata? è quanto ho cercato di fare negli interventi che raccolgo in questo volume, a testimonianza del richiamo ineludibile che sempre esercita il nostro autore più grande anche sui non specialisti, quale io sono, di critica dantesca. Riveduti solo formalmente e con minimi aggiornamenti bibliografici, essi corrispondono agli interessi e alle occasioni che a suo tempo li hanno motivati.

http://www.pacinifazzi.it/cinque-interpretazioni-dantesche/

Borsellino, Nino. Ritratto di Dante

borsellinoEditore: Laterza
Anno: 2007

«Un breviario di lettura e interpretazione di rara incisività, che abbraccia l’intera opera dantesca, dalla Vita nova ai trattati filosofici e politici, alla Commedia. Un ritratto, rapido e conciso, che non lascia in ombra nessun aspetto del poeta e contemporaneamente del personaggio, illuminando i dati fondamentali e tracciando al tempo stesso un disegno critico. Il lettore è sollecitato a farsi spettatore del triplice teatro dell’aldilà, tra inferno, purgatorio e paradiso». “La Repubblica”

http://www.laterza.it/index.php?option=com_laterza&Itemid=97&task=schedalibro&isbn=9788842083238

Contini, Gianfranco. Un'idea di Dante

continiEditore: Einaudi
Anno: 2001

Questo volume raccoglie tutti i saggi danteschi di Gianfranco Contini. La raccolta si apre con l'Introduzione alle «Rime» di Dante stesa nel 1938 e rimasta un punto fermo nella esegesi dantesca. Ad essa segue una lettura del sonetto Tanto gentile e tanto onesta pare; un ritratto di Dante come personaggio-poeta nella Commedia; un intervento sull'attualità di Dante; l'ampio profilo critico complessivo che va sotto il titolo di Un'interpretazione di Dante; un intervento metodologico, Filologia ed esegesi dantesca; una «guida» alle Rime del Cavalcanti, ai rapporti tra questo poeta e Dante, a Cavalcanti come personaggio della Commedia; e due letture di canti danteschi, il XXX dell'Inferno e il XXVIII del Paradiso. Una serie di contributi su specifici problemi conclude questo volume, che costituisce un'esemplare introduzione all'universo dantesco.

http://www.einaudi.it/libri/libro/gianfranco-contini/un-idea-di-dante/978880615858

Cuccia, Andrea. Il pensiero esoterico nella Commedia di Dante

il pensiero esotericoEditore: Rubbettino
Anno: 2010

Non vi è dubbio che Dante nelle sue opere e particolarmente nella Commedia divina, abbia voluto trasmettere verità e insegnamenti riservandone però il significato reale agli iniziati e lasciando solo il senso letterale ai profani. Il tentativo di evidenziare questo aspetto esoterico nell'opera del grande fiorentino sembra essere felicemente riuscito, malgrado le innumerevoli difficoltà di corretta interpretazione di un linguaggio appositamente modificato e strutturato per l'opportuna lettura da parte di pochi eletti.

http://www.store.rubbettinoeditore.it/il-pensiero-esoterico-nella-i-commedia-i-di-dante.html

D'Uva, Rossi, Astrid. Dante Alighieri

Dante AlighieriEditore: Kleiner Flug 
Anno: 2015

Beatrice, dalla Candida Rosa, ci racconta il suo rapporto con Dante Alighieri: il primo incontro, le donne dello schermo, il saluto negato.
Tutti gli eventi che han segnato questo grande amore…
Ma è giunto il momento di abbandonare il beato scanno e di raggiunger colui che si è perso e che tanta strada ha fatto, tra le perdute genti, per raggiungerla…

http://www.kleinerflug.com/prodotto/dante-allighieri/

Dainelli, Chiara. Il codice astronomico di Dante. Il sapere proibito della Divina Commedia

Il codice astronomico di dante piccolaEditore: Eremon
Anno: 2012

Dante Alighieri, la Divina Commedia, un sapere segreto che affonda le radici in un tempo ancestrale. Chi era veramente Dante? Un iniziato a impenetrabili segreti esoterici? Sfuggevoli indizi, parole appena sussurrate e sofisticate metafore si inseguono tra le pagine dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso, immortalando tra i versi della monumentale opera dantesca “proibite” conoscenze astronomiche, considerate impossibili per l’epoca medievale. Con l’abile arte del dire senza dire Dante disvela il monumentale libro del volere divino scritto con l’alfabeto invisibile delle stelle, che si manifesta all’Uomo nei cicli della Natura e nel movimento delle “sfere” nel cielo. Chiara Dainelli in questa sua prima opera è riuscita a sollevare il velo di Maya che protegge la Divina Commedia, proponendo spunti di ricerca letterari, storici, teologici e filosofici, che conducono a imprevisti legami culturali e sapienziali tra il mondo occidentale e quello orientale. Comprendere il raffinato simbolismo delle stelle equivale a penetrare il vero significato del viaggio dantesco...

http://www.eremonedizioni.it/catalogo/il_codice_astronomico_di_dante.html

Fioretti, Francesco. Il libro segreto di Dante

il libro segreto di dante 4305 180x280Editore: Newton Compton
Anno: 2012

Intrighi, teoremi, sorprendenti rivelazioni sul poema più importante di tutti i tempi.
Dante è davvero stato ucciso dalla malaria, come tutti a Ravenna credono? Oppure qualcuno aveva dei motivi per desiderare la sua morte e la scomparsa di un segreto insieme a lui? Tormentati da questo dubbio, la figlia del poeta, suor Beatrice, un ex templare di nome Bernard e un medico, Giovanni da Lucca, iniziano una doppia indagine per fare chiarezza su quanto è accaduto. Cercano con fatica di decifrare un messaggio in codice lasciato da Dante su nove fogli di pergamena e intanto si mettono sulle tracce dei suoi presunti assassini, scoprendo che molti nutrivano una profonda avversione per il poeta. Non sarà facile trovare la chiave del segreto occultato nella Commedia e scoprire chi voleva impedire che l’opera fosse terminata. Ma perché l’Alighieri aveva deciso di nascondere con così grande cura gli ultimi tredici canti del Paradiso?
Teoremi raffinati, intrighi complessi e verità da svelare si celano tra i versi delle tre cantiche, come l’identità del Veltro, o l’annuncio dell’arrivo di un misterioso vendicatore…
Sullo sfondo storico della crisi politica ed economica del Trecento, Il libro segreto di Dante intreccia vicende reali e personaggi di fantasia, tessendo trame piene di mistero e inquietanti interrogativi.

http://www.newtoncompton.com/libro/il-libro-segreto-di-dante